Insieme per l'Agricoltura

Insieme per l'agricoltura

Che cos'è Insieme per l'Agricoltura?
Insieme per l'Agricoltura (IPA) è il protocollo d'intesa siglato tra l'AVEPA e le principali banche operanti nel territorio regionale per l'anticipazione, tramite un finanziamento a condizioni agevolate, dei contributi destinati alle aziende agricole titolari di diritti all'aiuto (i cosiddetti titoli) che presentano la Domanda unica (DU).

Come funziona l'anticipazione?
In base a quanto previsto dal protocollo d'intesa, ciascuna banca convenzionata è tenuta ad applicare ai finanziamenti eventualmente concessi a titolo di anticipazione della Domanda unica le seguenti condizioni:

  • importo finanziabile: fino al 100% del valore del pagamento di base
  • spese di istruttoria: nessuna
  • tempo di risposta: entro 20 giorni dalla richiesta di anticipazione
  • durata del finanziamento: massimo 13 mesi
  • tasso di interesse: massimo applicabile 3%

Nell'ambito della normale concorrenza di mercato, ciascuna banca convenzionata può applicare in modo variabile, entro i limiti previsti dal protocollo d'intesa, le condizioni relative all'importo finanziabile, alla durata del finanziamento e al tasso di interesse. Il tempo di risposta e l'assenza delle spese di istruttoria sono invece condizioni stabilite dal protocollo d'intesa e quindi applicate indistintamente da tutti gli istituti di credito.

Chi può chiedere l'anticipazione?
Le aziende agricole titolari di diritti all'aiuto che presentano la Domanda unica presso uno Sportello unico agricolo dell'AVEPA o un Centro di assistenza agricola (CAA); queste aziende possono chiedere l'anticipazione ad una o più banche convenzionate utilizzando l'apposita documentazione stampata dallo Sportello unico o dal CAA al momento della presentazione della Domanda unica.

Quando si può chiedere l'anticipazione?
La richiesta di anticipazione della Domanda unica deve essere effettuata entro il termine stabilito all'inizio della campagna di riferimento.

A chi è possibile rivolgersi per chiedere l'anticipazione?
Le aziende agricole interessate all'anticipazione possono rivolgersi allo Sportello unico agricolo dell'AVEPA o al Centro di assistenza agricola (CAA) presso il quale hanno presentato la Domanda unica al fine di acquisire le informazioni e la documentazione necessarie per presentare la richiesta di finanziamento direttamente a una o più banche aderenti al protocollo d'intesa.

Come avviene la richiesta di anticipazione?
La richiesta di anticipazione della Domanda unica può essere effettuata direttamente presso le banche convenzionate, utilizzando l'apposita documentazione stampata dallo Sportello unico agricolo dell'AVEPA o dal Centro di assistenza agricola (CAA) al momento della presentazione della Domanda unica.
L'azienda agricola interessata ha la possibilità di rivolgersi ad una o più banche convenzionate al fine di verificare le condizioni applicate da ciascuna banca relative all'importo finanziabile, alla durata del finanziamento e al tasso di interesse.
Al fine di stimolare la concorrenza tra istituti di credito e consentire alle aziende agricole di ottenere le migliori condizioni, l'anticipazione può essere effettuata anche utilizzando un conto corrente diverso da quello registrato nel fascicolo aziendale e normalmente utilizzato per ricevere i contributi erogati dall'AVEPA.

Quali sono le banche convenzionate?

- Banca Carige Italia
- Banca Intesa Sanpaolo
- Banca Popolare dell'Alto Adige (Volksbank)
- Banca Popolare dell'Emilia Romagna
- Banca Popolare di Vicenza
- Banca Popolare FriulAdria
- Banco delle Tre Venezie
- Banco Popolare
- Banca Nazionale del Lavoro
- Cassa di Risparmio del Veneto
- Credito Emiliano
- Federazione veneta delle Banche di Credito Cooperativo
- Monte dei Paschi di Siena - Area Territoriale Antonveneta
Nuova Cassa di Risparmio di Ferrara
- Unicredit
- Unipol Banca
- Veneto Banca

Per saperne di più sulla Domanda unica
Gli aiuti erogati alle aziende agricole a seguito della presentazione della cosiddetta Domanda unica sono calcolati sulla base del valore dei diritti all'aiuto posseduti da ciascuna azienda agricola.
La Domanda unica può essere presentata dalle aziende agricole titolari di diritti all'aiuto entro il 15 maggio di ciascun anno. Il pagamento degli aiuti è effettuato dall'AVEPA, generalmente in due parti:

  • la prima, a titolo di acconto, a partire dal 16 ottobre e fino al 30 novembre, previa autorizzazione della Commissione europea all'erogazione dell'acconto;
  • la seconda, a saldo, a partire dal 1° dicembre e fino al 30 giugno dell'anno successivo a quello di presentazione della domanda.

Informazioni
Carla Caporello - Luca Milani
tel. 049 7708701 - 7708803
ipa@avepa.it

Pubblicato il: 13.03.2014  -  Ultima modifica: 25.05.2016
Condividi questa pagina:
segnala errore torna su stampa invia e-mail