Iniziative a sostegno dell'apicoltura

L'Unione europea prevede un sostegno all'apicoltura cofinanziato dallo Stato, per i programmi regionali di settore che comprendono le seguenti misure:

  • assistenza tecnica agli apicoltori e alle organizzazioni di apicoltori;
  • lotta contro gli aggressori e le malattie dell'alveare, in particolare la varroatosi;
  • misure di sostegno ai laboratori di analisi dei prodotti dell'apicoltura al fine di aiutare gli apicoltori a commercializzare e valorizzare i loro prodotti;
  • misure di sostegno del ripopolamento del patrimonio apicolo dell'Unione (acquisto di nuclei, sciami e api regine);
  • collaborazione con gli organismi specializzati per la realizzazione di programmi di ricerca;
  •  miglioramento della qualità dei prodotti.

La Regione del Veneto, attraverso l'adozione di programmi annuali cofinanziati, attiva i bandi per la concessione di contributi individuando quali beneficiari le forme associate di almeno 50 apicoltori, gli enti di ricerca e gli enti pubblici e privati.

Gli apicoltori interessati si devono rivolgere alle Associazioni di produttori che presentano ogni anno una domanda di finanziamento all'AVEPA.

L'AVEPA individua quindi le richieste ammissibili e conformi al bando di cofinanziamento emesso dalla Regione del Veneto e, al termine dell'anno/programma apistico - dal 1° agosto al 31 luglio dell'anno successivo - riceve i rendiconti delle spese sostenute dai beneficiari sottoponendole alle consuete istruttorie amministrative per decretarne l'ammissibilità.

Le forme associate oltre ad effettuare l'acquisto di beni strumentali ammissibili devono provvedere alla loro distribuzione tra gli apicoltori secondo criteri ben noti e condivisi tra i soci e devono altresì corrispondere loro la quota parte di contributo ricevuto dall'AVEPA.

Programma 2017/2018

La Regione del Veneto con la Delibera di Giunta n. 1254 dell' 8 agosto 2017 ha attivato il nuovo programma di finanziamento a sostegno dell'Apicoltura Veneta (Pubblicazione al BUR n. 77 dell'11 agosto 2017).

Le forme associate, gli istituti di ricerca, gli enti pubblici e privati possono presentare la richiesta di partecipazione al bando ad AVEPA collegandosi telematicamente all'applicativo dell'AVEPA predisposto per la presentazione delle domande denominato "Calamità naturali" selezionando il modulo APICOLTURA RICHIESTA 2018, previa acquisizione in GUARD (Gestione utenze applicativi e restrizioni sui dati), della delega ad operare.

La domanda così compilata su modulo informatico dovrà essere stampata e firmata in originale dal legale rappresentante per poi trasmetterla unitamente alla copia del documento d'identità (non necessario in caso di segnatura del documento con firma digitale) alla Sede Centrale dell'AVEPA - Area Tecnica competitività imprese, nelle seguenti modalità:

  • su supporto cartaceo attraverso la consegna a mano, il servizio postale (posta raccomandata) o il corriere espresso
  • su supporto digitale esclusivamente attraverso la posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo protocollo@cert.avepa.it

La domanda dovrà pervenire all'AVEPA entro il temine di 60 giorni dalla data di pubblicazione nel BUR n. 77 dell'11 agosto 2017 della citata DGR n. 1254/2017 (per la consegna su supporto cartaceo farà fede la data del timbro postale).

La richiesta di finanziamento può essere presentata dall' 11 agosto fino al 10 ottobre 2017.

Si ricorda che saranno riconosciute al finanziamento le spese sostenute a partire dalla data di presentazione della domanda all'AVEPA.


Informazioni
Alberto Carazzolo - Mario Fabbroni
tel. 049 7708751 - 8220
produzioni.zootecniche@avepa.it

Pubblicato il: 01.04.2014  -  Ultima modifica: 14.08.2017
Condividi questa pagina:
segnala errore torna su stampa invia e-mail