LEADER 2014 - 2020

Lo sviluppo locale di tipo partecipativo (CLLD) è uno strumento normato dai regolamenti europei per il perseguimento di finalità di sviluppo locale integrato su scala sub-regionale con il contributo prioritario delle forze del territorio. Lo sviluppo locale di tipo partecipativo presenta le seguenti caratteristiche:

  • è concentrato su territori sub-regionali specifici;
  • è gestito da gruppi di azione locali, dotati di una struttura tecnica adeguata, composti da rappresentanti degli interessi socio-economici locali sia pubblici che privati, nei quali, a livello decisionale, né le autorità pubbliche, quali definite conformemente alle norme nazionali, né alcun singolo gruppo di interesse rappresentano più del 49% degli aventi diritto al voto;
  • è attuato attraverso strategie territoriali di sviluppo locale integrate e multisettoriali;
  • è concepito tenendo conto dei bisogni e delle potenzialità locali, compresi elementi innovativi nel contesto locale, attività di creazione di reti e, se del caso, di cooperazione.

IL CLLD si basa su una progettazione e gestione degli interventi per lo sviluppo da parte di attori locali che si associano in una partnership di natura mista (pubblico-privata) e affidano un ruolo operativo (gestionale e amministrativo) al Gruppo di Azione Locale (GAL), il quale elabora un Piano di Azione Locale per tradurre gli obiettivi in azioni concrete. A seguito dell'approvazione del PSR da parte della Commissione Europea, il ciclo di selezione delle strategie di sviluppo locale verrà attivato tempestivamente dalla Regione per assicurare il rapido avvio delle attività Leader, e sarà completato, comunque, entro due anni dalla data di approvazione dell'Accordo di Partenariato (la Commissione Europea ha approvato l'accordo di partenariato 2014-2020 con decisione del 29 ottobre 2014).


Informazioni
Gionata Asti
tel. 049 7708780
avepa.leader@avepa.it
Pubblicato il: 16.03.2015  -  Ultima modifica: 14.12.2015
Condividi questa pagina:
segnala errore torna su stampa invia e-mail