Azione 3.4.1

Progetti di promozione dell'export destinati a imprese e loro forme aggregate individuate su base territoriale o settoriale

La Regione del Veneto ha maturato buone esperienze dal finanziamento di progetti a favore dell'export, in particolare attraverso gli interventi che favoriscono i processi aggregativi. Tra il2006 e il 2009, infatti, ai sensi della ex LR n. 8/2003 e s.m.i., la Giunta ha approvato bandi per il finanziamento di progetti sviluppati dalle "Aggregazioni di filiera e di settore", molti dei quali relativi all'export. La politica di sviluppo attuata nel triennio 2006-2009 è stata ripresa e rivisitata nel 2012, a seguito dell'introduzione dell'istituto del contratto di rete, con l'attivazione del bando regionale, a valere sulle azioni del POR-FESR 2007-2013, 1.1.4, 1.1.1 e 1.1.2, attraverso un nuovo bando a favore delle reti d'impresa riunite in un contratto di rete o in un'Associazione Temporanea d'Impresa.

In particolare quest'ultimo bando si è dimostrato uno strumento efficace che ha permesso la generazione di oltre 80 aggregazioni che hanno agevolato anche i processi di internazionalizzazione delle imprese venete.

In tale contesto, la sfida che si intende perseguire con questa azione è di affrontare i sempre più complessi scenari sui mercati internazionali. A tal fine s'intendono sostenere quelle PMI, in particolare del settore manifatturiero, che, in una logica di realizzazione di produzioni maggiormente competitive sui mercati internazionali, si aggregano per raggiungere necessaria per penetrare i mercati e presidiarli costantemente. L'azione si configura, quindi, come approccio risolutivo alla debolezza intrinseca delle PMI venete dovuta alla loro limitata dimensione nell'affrontare la competizione internazionale e, per questo motivo, si propone di agire mediante l'offerta di strumenti di intervento a favore delle aggregazioni d'imprese (anche in forma di rete).

Le tipologie di intervento all'interno di questa azione sono mirate a:

  • favorire l'accesso e l'espansione delle imprese sui mercati esteri attraverso la fornitura di servizi specialistici, di assistenza, orientamento, affiancamento, informazione e promozione dell'export realizzati dai soggetti di cui alla L.R. n. 13/2014, individuati su base territoriale o settoriale, il cui scopo è legato allo sviluppo di un progetto strategico comune. Gli interventi saranno mirati a consolidare/attivare relazioni connesse allo sviluppo delle attività di export tra imprese che intendono mettere in comune funzioni di impresa (o parti di essa) che risulterebbero troppo onerose per la singola unità aziendale. Questo nell'intento di stabilizzare i rapporti cooperativi tra imprese al fine di sostenere la condivisione di bisogni comuni relativi all'export che scaturiscono dall'appartenenza alla medesima area, allo stesso settore o filiera;
  • acquisizione/assunzione di figure per la consulenza, l'orientamento e la promozione sui mercati esteri e/o specializzate in tematiche internazionali (Temporary Export Manager);
  • favorire iniziative relative a partecipazione a missioni economiche o partecipazioni fieristiche in forma individuale o aggregata;
  • introduzione/rafforzamento dell' e-commerce o creazione di canali di incontro tra domanda e offerta.

I territori ammissibili ai finanziamenti sono quelli della Regione.

I beneficiari sono le PMI in forma aggregata (L.R. n. 13/2014).


DGR. n. 1104 del 13 luglio 2017

Apertura bando: 24 luglio 2017 

Chiusura bando: 05 ottobre 2017, ore 17:00

Dotazione finanziaria: 3.000.000 euro


 

Pubblicato il: 25.07.2017  -  Ultima modifica: 26.07.2017
Condividi questa pagina:
segnala errore torna su stampa invia e-mail