Strumenti finanziari

CONFIDI

Programma regionale di intervento per la concessione di contributi a favore delle imprese agricole finalizzati al pagamento delle commissioni previste per le operazioni di garanzia prestate dai Consorzi di garanzia collettiva fidi (Confidi).

È stato approvato il bando di apertura termini del Programma regionale di intervento per la concessione di contributi a favore delle imprese agricole finalizzati al pagamento delle commissioni previste per le operazioni di garanzia prestate dai Consorzi di garanzia collettiva fidi "Confidi" (DGR n. 1020 del 17 luglio 2018).

Il bando introduce un nuovo intervento finalizzato a favorire le azioni di credito nei confronti delle imprese agricole.
L'entità massima di tale contributo è pari a 2.500,00 euro aumentabili fino al 20 per cento (3.000,00) nel caso di imprese condotte da soggetti di età non superiore a 40 anni o da donne.

Il bando, presumibilmente, verrà pubblicato sul BUR di venerdì 24 agosto p.v. e pertanto i moduli saranno aperti dalle ore 00:00:01 del giorno successivo.

La peculiarità di questo bando riguarda il fatto che a seconda del tipo di intervento, per il quale si chiede il finanziamento e che a sua volta si ottiene il contributo, cambia il regolamento "de minimis" al quale si deve sottostare.

Nello specifico se gli interventi riguardano investimenti per interventi sulla produzione primaria (ad esempio trattore, sala mungitura, atomizzatore, etc.) o il Credito di esercizio, il regolamento "de minimis" è il Reg. (UE) n. 1408/2013.

Se invece gli interventi riguardano investimenti per la commercializzazione e/o trasformazione dei prodotti agricoli (ad esempi: attrezzature per la vinificazione, per la macinazione, sala macellazione etc.) il regolamento "de minimis" è il Reg. (UE) n. 1407/2013.

Per questo motivo sono stati creati due moduli:

  • interventi sulla produzione primaria e il Credito di esercizio denominato FIDIP
  • investimenti per interventi sulla commercializzazione e/o trasformazione dei prodotti agricoli denominato FIDIT.

Si consiglia di fare attenzione al modulo richiesto nell'applicativo GUARD che successivamente andrà inserito nell'applicativo PSR domanda.

Nel caso in cui un'azienda chieda il prestito per investimenti su tutti e due i tipi di aiuti succitati (es. Atomizzatore e pigiatrice) dovrà compilare due domande diverse una FIDIP (atomizzatore) e una FIDIT (pigiatrice).

Per avere la certezza che il modulo compilato sia corretto nel quadro "DATI SPECIFICI" nel rigo "Garanzia su prestito acceso per:" dovrete indicare nuovamente quali sono gli interventi per i quali avete chiesto il finanziamento.

 

Codice modulo           Tipo intervento                                                                  Regolamento "de minimis"          
Fidit Commercializzazione e/o trasformazione dei prodotti agricoli   1407/2013
Fidip Interventi sulla produzione primaria 1408/2013
Fidip Credito di esercizio 1408/2013

 

Precisazioni

  • Nel quadro "interventi" nella colonna "Spesa" dovrà essere indicato la quota parte del prestito per il quale si chiede la garanzia.
  • Nel quadro "dati specifici" nel rigo "Importo complessivo del prestito" dovrà essere indicato l'ammontare complessivo del prestito.
  • Ancora, nel quadro "dati specifici", nel rigo "Durata del prestito" dovranno essere indicati i mesi della durata della garanzia.
     

Informazioni

Stefano Bassi
tel. 049 7708767
stefano.bassi@avepa.it
Carlo Celeghin
tel. 049 7708782
carlo.celeghin@avepa.it

 

Pubblicato il: 09.08.2018  -  Ultima modifica: 16.04.2020
Condividi questa pagina:
segnala errore torna su stampa invia e-mail