Campagna 2019 - 2020

Con la Dgr n. 277 del 19 marzo 2019 e successive modifiche sono stati aperti i termini per la presentazione delle domande di aiuto per la ristrutturazione e riconversione dei vigneti. Il decreto n. 243 del 29 novembre 2019 ha approvato la finanziabilità di tutte le domande ammesse, per l'intero importo ammesso.

Entro il 31 gennaio 2020 i beneficiari dovranno presentare la domanda di pagamento anticipato seguendo le istruzioni pubblicate nella sezione manuali e procedure.

Entro il 30 maggio 2021 dovrà essere presentata la domanda di collaudo/saldo.

Importante: allo stato attuale, non essendo prevista la copertura finanziaria del Programma nazionale di sostegno per il quinquennio 2019/2023, la liquidazione del saldo potrà avvenire sulla base delle eventuali dotazioni nazionali previste dagli esercizi finanziari 2021 in poi, per cui potrebbe non essere erogato.

Il pagamento anticipato sarà nella misura dell'80% del contributo ammesso, dopo la presentazione della idonea polizza, con un importo garantito pari al 110% dell'importo anticipato; mentre il restante saldo, potrà essere erogato solo dopo la verifica della realizzazione delle opere in campo e solo se saranno previsti fondi.

Ricordiamo che la richiesta di pagamento, come già avvenuto per la domanda iniziale, deve essere compilata e presentata esclusivamente per invio telematico e quindi solo tramite apposito l'applicativo.

La documentazione può essere firmata e successivamente scansionata oppure sottoscritta anche con firma grafometrica. In particolare, segnaliamo che la polizza fidejussoria deve essere scansionata e allegata alla domanda, mentre l'originale cartaceo della polizza deve essere fatto pervenire allo Sportello Unico Agricolo dell'AVEPA, competente per territorio.

Segnaliamo che deve essere inserito nella domanda l'allegato obbligatorio "Intestazione IBAN", con i dati relativi al conto corrente attualmente inserito in fascicolo e richiamato in domanda. Tale documento si rende necessario per accertare che il conto sia effettivamente intestato al beneficiario dell'aiuto da assegnare, come è stato richiesto all'AVEPA dalla Corte dei Conti in seguito ad un audit finanziario.

Sulla base della documentazione allegata (copia estratto conto, completo delle informazioni sulla titolarità del conto oppure una specifica dichiarazione specifica rilasciata dall'istituto di credito di appoggio), l'AVEPA accerterà:

  • per la ditta individuale: che il conto corrente sia intestato al beneficiario persona fisica (potrà essere eventualmente co-intestato ad altro soggetto);
  • per le società: che il conto corrente sia intestato alla società e che lo stesso non sia intestato ad uno dei soci nel caso dalle verifiche risulti che il conto corrente non sia intestato al beneficiario (persona fisica o società), il pagamento sarà sospeso fino all'inserimento a sistema di quello corretto

La domanda di pagamento del saldo, e relativa richiesta di collaudo, completa di tutta la documentazione specificata nelle procedure di AVEPA, dovrà essere presentata all'Agenzia entro il 30 maggio 2021, che è anche il termine per la realizzazione del vigneto oggetto di aiuto.

Anche le ditte che rinunciano all'aiuto successivamente alla finanziabilità non potranno presentare domanda per i tre anni successivi.

In ottemperanza al Codice antimafia, l'AVEPA deve acquisire, prima del pagamento dell'aiuto, l'Informazione antimafia tramite le dichiarazioni presenti a fascicolo, stampate dall'apposito applicativo e debitamente firmate.

La documentazione dev'essere prodotta dai beneficiari entro la presentazione della domanda di anticipo e, qualora sia scaduta la validità dell'Informazione antimafia, entro la presentazione della domanda di saldo. Secondo la normativa attuale, è necessario procedere alla presentazione della documentazione antimafia e dei relativi allegati nel caso di aiuto ammesso maggiore di  25.000,00 euro.

 

 

Informazioni

Carolina Pelella
tel. 049 7708769
vitivinicolo@avepa.it
Paola Baiguera
tel. 049 7708230
vitivinicolo@avepa.it
Gianni Pagin
tel. 049 7708768
vitivinicolo@avepa.it

 

Pubblicato il: 25.03.2019  -  Ultima modifica: 08.01.2020
Condividi questa pagina:
segnala errore torna su stampa invia e-mail