Le funzioni di organismo pagatore

A tutela degli interessi finanziari della Comunità, la normativa comunitaria sul finanziamento della Politica agricola comune (PAC) prevede che le funzioni di gestione, controllo e rendicontazione dei finanziamenti ricevuti dallo Stato membro e destinati al comparto agricolo siano svolte da un organismo pagatore appositamente riconosciuto sulla base di criteri fissati in modo omogeneo per tutti gli Stati membri.

L'organismo pagatore è responsabile dello svolgimento delle seguenti attività:

  • ricezione e istruttoria delle domande di aiuto;
  • autorizzazione degli importi da pagare ai beneficiari degli aiuti;
  • esecuzione e contabilizzazione dei pagamenti effettuati;
  • rendicontazione delle attività svolte e delle risorse finanziarie utilizzate;
  • esecuzione dei controlli previsti dalla regolamentazione comunitaria.

Il percorso di riconoscimento

Il primo riconoscimento dell'AVEPA quale organismo pagatore è avvenuto con decreto ministeriale del 26 giugno 2002 in base al quale l'Agenzia ha iniziato ad erogare aiuti nell'ambito del Piano di sviluppo rurale (PSR) del Veneto. Successivamente, l'ambito operativo del riconoscimento è stato esteso ad altri settori per effetto del decreto ministeriale del 12 marzo 2003; l'anno seguente, con il decreto ministeriale dell'8 luglio 2004, l'Agenzia ha visto ulteriormente ampliato il proprio ambito di competenza, completando così il percorso di riconoscimento quale organismo pagatore per il territorio della Regione del Veneto. Infine, il decreto ministeriale del 26 settembre 2008 ha esteso le competenze dell'AVEPA a tutti gli aiuti FEAGA e FEASR a partire dall'attuazione del PSR 2007-2013.

Le tappe del riconoscimento

2002

  • Aiuti nell'ambito del Piano di sviluppo rurale (PSR) della Regione del Veneto

2003

  • Seminativi
  • Foraggi essiccati
  • Tabacco
  • Vitivinicolo (ristrutturazione e riconversione dei vigneti)
  • Ortofrutta (programmi operativi, ritiri e trasformati
  • Miele
  • Carni bovine (premio speciale, vacche nutrici, macellazione, estensivizzazione, enveloppe)
  • Carni ovicaprine

2004

  • Vitivinicolo (arricchimenti, magazzinaggio, mosti e succhi)
  • Ammasso privato (dei formaggi, del burro)
  • Altri aiuti al burro (consumo diretto e per pasticceria e gelateria)
  • Aiuti al latte scremato in polvere
  • Aiuti per la cessione di burro alle collettività senza scopo di lucro
  • Aiuti per la cessione di latte e prodotti lattiero-caseari agli allievi
  • delle scuole
  • Ammassi (carni suine, carni bovine)
  • Bachi da seta
  • Regime di pagamento unico e altri aiuti supplementari
  • Premio latte
  • Frutta a guscio

2008

  • Estensione a tutti gli aiuti FEAGA e FEASR a partire dall'attuazione del Programma di sviluppo rurale (PSR)
    2007-2013 per la Regione del Veneto
Pubblicato il: 28.08.2014  -  Ultima modifica: 24.10.2018
Condividi questa pagina:
segnala errore torna su stampa invia e-mail