Latte nelle scuole

Il regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, dall'articolo 22 all'articolo 25 disciplina, a partire dal 1 agosto 2017, il nuovo regime degli Aiuti per la distribuzione di ortofrutticoli, latte e prodotti lattiero-caseari agli istituti scolastici, confermando, anche con l'estensione ai prodotti lattiero caseari, il carattere strategico dei programmi di educazione alimentare presso gli istituti scolastici.

Il Programma di distribuzione di ortofrutticoli, latte e prodotti lattiero-caseari agli istituti scolastici è stato concepito per il periodo 1 agosto 2017 - 31 luglio 2023.

Nella sezione "Documenti" viene riportata la Strategia Nazionale così come notificata dallo stato Italiano alla UE oltre al REGOLAMENTO DELEGATO (UE) 2017/40 DELLA COMMISSIONE del 3 novembre 2016.

Pur rimandando ad un'attenta lettura del documento, è opportuno evidenziare che:

  1. chi potrà iscriversi per beneficiare delle distribuzioni dei citati prodotti sono solo le scuole primarie;
  2. l'elenco dei soggetti che potranno partecipare ai bandi in qualità di fornitori e distributori sono riportati al capitolo 8.2 dell'allegata Strategia nazionale (in sostanza i fornitori e distributori che possono concorrere ai bandi di gara sono i seguenti:
  • le imprese costituite in tutte le forme previste all'art. 45 del D.lgs. 18.04.2016, n. 50;
  • i concorrenti costituiti da imprese che intendono riunirsi o consorziarsi ai sensi dell'art. 48 del D.lgs. 50/2016;
  • le imprese previste all'articolo 13, comma 2, lettera b) della legge 11 novembre 2011, n 180;
  • le Organizzazioni di produttori riconosciute ai sensi dell'articolo 152 del regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, e le loro Associazioni riconosciute ai sensi dell'articolo 156 (UE) del medesimo regolamento;
  • società a partecipazione pubblica gestori delle mense scolastiche).

Per qualsiasi ulteriore informazione:
Regione del Veneto
Direzione Agroalimentare
Via Torino n. 110
30172 Mestre-Venezia
agroalimentare@pec.regione.veneto.it


Latte alle scuole - Anno scolastico 2016-2017

 

L'Unione europea prevede un contributo per incentivare il consumo di latte e di prodotti lattiero caseari da parte degli allievi delle scuole. Gli allievi devono avere un'età compresa dagli 0 ai 18 anni e pertanto possono beneficiare dell'aiuto gli asili nido, le scuole materne, primarie e secondarie indipendentemente dal fatto che siano pubbliche o private.

Il contributo mira ad abbattere parzialmente il prezzo all'acquisto del latte e dei suoi derivati sulla base della categoria di appartenenza del prodotto acquistato ed è proporzionale ai consumi conseguiti e comprovati dalle presenze a mensa.

I richiedenti del contributo possono essere:

  • scuole;
  • amministrazioni che effettuano gli acquisti di latte e di prodotto lattiero caseario (ad es. le amministrazioni  comunali);
  • organizzazioni appositamente costituite (ad es. le associazioni di genitori) oppure le ditte fornitrici.

Tali soggetti devono presentare la richiesta di riconoscimento all'inizio di ogni anno scolastico compilandola nell'applicativo dell'AVEPA (SOP) e successivamente presentare la domanda di aiuto utilizzando il medesimo applicativo individuando le effettive presenze a mensa ed i consumi conseguiti distinti per prodotto.

Il contributo viene erogato dall'AVEPA a seguito di acquisti effettuati a prezzo intero direttamente dal libero mercato oppure a seguito di forniture a prezzo scontato di latte e derivati a soggetti riconosciuti. Ai fini dell'aiuto i prodotti lattiero caseari devono essere corredati di bollo CE e devono essere somministrati agli allievi tal quale senza essere sottoposti a trattamento termico.


Apertura termini per la presentazione delle domande di riconoscimento anno scolastico 2015-2016

E' stato implementato nel Sistema Operativo Pratiche (SOP) all'interno del settore L1, il modulo per la presentazione delle domande al fine di poter beneficiare dell'aiuto alla distribuzione di latte e prodotti lattiero caseari agli allievi delle scuole.

La domanda può essere fin da subito informatizzata nel Sistema e in seguito stampata e firmata in originale dal titolare o legale rappresentante. Occorre poi trasmetterla allo Sportello unico agricolo (SUA) dell'AVEPA territorialmente competente sulla sede legale del beneficiario come di seguito riportato:

  • per le Province di Treviso e Venezia: SUA TREVISO
  • per le Province di Rovigo e Padova: SUA ROVIGO
  • per la Provincia di Belluno: SUA BELLUNO
  • per la Provincia di Verona: SUA VERONA
  • per la Provincia di Vicenza: SUA VICENZA

Le domande vanno trasmesse:

  • su supporto cartaceo attraverso la consegna a mano, il servizio postale (posta raccomandata) o il corriere espresso;
  • su supporto digitale esclusivamente attraverso la posta elettronica certificata (PEC).

I contatti PEC e gli indirizzi degli Sportelli unici agricoli AVEPA sono disponibili nella sezione Contatti.

La domanda è consigliabile venga presentata prima dell'inizio dell'Anno Scolastico 2015 - 2016; infatti va ricordato che, nel caso in cui la domanda pervenga ad anno scolastico in corso, la data di decorrenza del riconoscimento coinciderà con quella della data di presentazione all'AVEPA e quindi saranno riconosciuti all'aiuto i soli prodotti distribuiti successivamente a tale data.

Si ricorda:

  • di non utilizzare il latte ed i prodotti lattiero-caseari dell'Unione Europea per la preparazione dei pasti serviti agli allievi;
  • di distribuire i prodotti ad uso esclusivo degli alunni che frequentano la scuola o le scuole per le quali è chiesto l'aiuto;
  • di tenere la documentazione giustificativa aggiornata (fatture, registro contabile, ecc.), presso la propria sede, da cui risultino tutti i movimenti giornalieri dei prodotti acquistati, consegnati e distribuiti e di metterli a disposizione dell'AVEPA, o dell'ente controllore competente per territorio, al fine di consentire le verifiche in loco.

E' obbligatorio esporre un manifesto, conforme ai requisiti minimi stabiliti nell'allegato III del Reg. (CE) 657/2008, all'entrata principale dell'Istituto in posizione chiaramente visibile e leggibile per dare adeguata pubblicità al presente intervento di mercato da parte dell'Unione Europea.

 

Informazioni
Alberto Carazzolo - Mario Fabbroni
tel. 049 7708751 - 8220
produzioni.zootecniche@avepa.it

Pubblicato il: 01.04.2014  -  Ultima modifica: 25.08.2017
Condividi questa pagina:
segnala errore torna su stampa invia e-mail