Dichiarazioni obbligatorie vitivinicole

La protezione comunitaria dei vini con denominazione di origine protetta (DOP) o indicazione geografica protetta (IGP) è attualmente prevista dal regolamento del Consiglio (UE) n. 1308/2013.

La Commissione europea ha adottato dei regolamenti applicativi che hanno specificato delle ulteriori disposizioni sulle denominazioni di origine protette e sulle indicazioni geografiche tipiche nonché sulle dichiarazioni obbligatorie (dichiarazioni di vendemmia, dichiarazioni di produzione e dichiarazioni di giacenza).

La legge 238 del 12 dicembre 2016 prevede la tutela delle denominazioni di origine e delle indicazioni geografiche dei vini. A livello nazionale i vini DOP sono distinti tra denominazioni di origine controllata e garantita (DOCG) e denominazioni di origine controllata (DOC), mentre i vini IGP comprendono le indicazioni geografiche tipiche (IGT). Per ogni tipologia di vino DOP o IGP è approvato un apposito disciplinare di produzione.

La conformità dei vini al disciplinare di produzione della DOP o IGP viene verificata da Strutture di Controllo pubbliche o private appositamente riconosciute per ogni denominazione di origine e indicazione geografica sulla base delle informazioni sull'attitudine produttiva dei vigneti riportate nello schedario viticolo gestito da AVEPA.

Ai fini della certificazione della produzione e in applicazione della legge 238 del 12 dicembre 2016, la rivendicazione delle produzioni delle uve e dei vini DO e IG è effettuata annualmente, a cura dei produttori interessati, contestualmente alla dichiarazione di vendemmia e/o alla dichiarazione di produzione prevista dal regolamento (UE) n. 2018/273, sulla base dei dati dello schedario viticolo.

Il modello della dichiarazione di vendemmia, rivendicazione delle produzioni delle uve e la dichiarazione di produzione del vino è unico e va presentato ad AVEPA attraverso gli appositi moduli informatici previsti, mentre la dichiarazione di giacenza va presentata ad AGEA.

In merito alla presentazione delle dichiarazioni obbligatorie per la campagna 2018/2019:

  • le dichiarazioni di vendemmia e rivendicazione delle produzioni DO/IG devono essere presentate entro il 15 novembre 2018;
  • le dichiarazioni di produzione vinicola devono essere presentate entro il 15 dicembre 2018, fermo restando che i produttori di uva da vino che effettuano la vinificazione utilizzando esclusivamente uve proprie possono presentarle entro il 15 novembre 2017 e poi rettificarle obbligatoriamente, qualora necessario, entro il 15 dicembre 2018.

I soggetti che devono rispettare entrambe le scadenze previste (15 novembre e 15 dicembre 2018, dovranno presentare prima una dichiarazione compilata in relazione alle schede obbligatorie per la scadenza del 15 novembre 2018 (vendemmia e rivendicazione delle produzioni DO/IG) e poi una dichiarazione di rettifica compilata in relazione alle schede obbligatorie per la scadenza del 15 dicembre 2018 (acquisti, produzione vinicola, etc.).

I soli produttori di uva da vino che effettuano la vinificazione utilizzando esclusivamente uve proprie, come previsto dal citato DM 5811 del 26/10/2015, potranno compilare la dichiarazione di produzione viticola contestualmente alle dichiarazioni di vendemmia e rivendicazione entro il 15 novembre 2018, con eventuale rettifica della produzione di vini e mosti entro il 15 dicembre 2018, in relazione ai prodotti detenuti al 30 novembre.

 


Informazioni

Gianni Pagin
tel. 049 7708768
vitivinicolo@avepa.it
Stefano De Rossi
tel. 049 7708736
vitivinicolo@avepa.it
Simone Bolgan
tel. 049 7708783
vitivinicolo@avepa.it

 

Pubblicato il: 14.05.2014  -  Ultima modifica: 13.09.2018
Condividi questa pagina:
segnala errore torna su stampa invia e-mail