Che cosa fa AVEPA

L'attività principale dell'AVEPA è rappresentata dalle funzioni di organismo pagatore, per la Regione del Veneto, degli aiuti, contributi e premi comunitari previsti dalla normativa dell'Unione europea e finanziati, in tutto o in parte, dai fondi europei agricoli FEAGA (Fondo europeo agricolo di garanzia) e FEASR (Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale), oltre che dallo Stato e dalla Regione.

Organismo pagatore

In qualità di organismo pagatore l'Agenzia è responsabile dello svolgimento delle seguenti attività:

  • ricezione e istruttoria delle domande di aiuto;
  • autorizzazione degli importi da pagare ai beneficiari degli aiuti;
  • esecuzione e contabilizzazione dei pagamenti effettuati;
  • rendicontazione delle attività svolte e delle risorse finanziarie utilizzate;
  • esecuzione dei controlli previsti dalla regolamentazione comunitaria.

Funzioni delegate

Accanto alle funzioni di organismo pagatore regionale, l'AVEPA gestisce le attività tecniche e amministrative connesse ad altri aiuti in materia di agricoltura e sviluppo rurale sulla base di specifiche convenzioni stipulate con la Regione del Veneto, che ha inoltre affidato all'Agenzia lo svolgimento di funzioni di monitoraggio dei flussi finanziari relativi ad alcuni fondi strutturali dell'Unione europea (Leader +, FESR, PRAI I, PRAI II, MIGREST, TERREGOV).

Le principali attività svolte in base alle funzioni delegate da parte della Regione del Veneto riguardano:

  • la gestione dello Schedario viticolo veneto;
  • la gestione del regime delle «quote latte»;
  • la tenuta e l'aggiornamento dell'anagrafe degli agricoltori (c.d. fascicolo aziendale);
  • il riconoscimento delle qualifiche professionali in agricoltura (IAP);
  • il rilascio delle autorizzazioni per l'acquisto e l'impiego dei prodotti fitosanitari;
  • il rilascio di pareri in materia di edificabilità nelle zone agricole;
  • la gestione degli indennizzi per i danni da calamità naturali ed avversità atmosferiche;
  • l'assegnazione del carburante agricolo agevolato e i relativi controlli;
  • l'erogazione dei contributi relativi al credito di esercizio per le imprese agricole;
  • la gestione delle controversie in materia di contratti agrari;
  • l'autorizzazione dei miglioramenti fondiari;
  • la notifica di attività di produzione biologica.

Pagamenti

Nel 2015 l'Agenzia ha erogato pagamenti per 517 milioni di euro, ai quali vanno aggiunti gli aiuti indiretti derivanti dalla concessione di agevolazioni fiscali (UMA, IAP, ecc.), per un importo complessivo di benefici stimabile in circa un miliardo di euro.

In particolare, nell'ambito dei pagamenti diretti (Domanda unica, campagna 2015) sono stati erogati circa 237 milioni di euro, mentre gli interventi finanziati attraverso il Programma di sviluppo rurale (PSR) della Regione del Veneto hanno beneficiato di pagamenti per quasi 223 milioni di euro.

Le aziende del settore vitivinicolo sono state destinatarie di aiuti per un importo di quasi 37 milioni di euro. Il settore dell'ortofrutta ha beneficiato di contributi per circa 14 milioni di euro, mentre quasi 6 milioni di euro sono stati pagati in altri settori, tra i quali l'apicoltura, i prodotti lattiero-caseari e quelli rientranti nei cosiddetti «aiuti di Stato».

Pubblicato il: 13.03.2014  -  Ultima modifica: 04.04.2016
Condividi questa pagina:
segnala errore torna su stampa invia e-mail